lunedì 30 marzo 2015

Protocollo d'intesa a scatola chiusa, ASSEMBLEA CAVALLERIZZA 14:45 ORGANIZZA UN FLASH MOB

Riceviamo e Pubblichiamo un comunicato dell'ASSEMBLEA CAVALLERIZZA 14:45


QUESTA SERA LUNEDì ALLE ORE 19, è convocata un'assemblea straordinaria in Cavallerizza per l'organizzazione di un FLASHMOB da tenersi MARTEDI' 31 MARZO alle 8,30 davanti al Comune di Torino, in piazza Palazzo di Città: CALL APERTA A TUTTI GLI ARTISTI e I CITTADINI DI TORINO e INVITO A ESSERCI NUMEROSI E A PORTARE UN OMBRELLO!


Segue Comunicato Stampa di ASSEMBLEA CAVALLERIZZA: 

"In data odierna, è stato presentato durante la Commissione cultura congiunta di regione e comune il Protocollo di Intesa tra enti pubblici e privati per ridefinire il futuro assetto della Cavallerizza.

L’incontro questa volta si è svolto eccezionalmente in regione dove per regolamento le commissioni si svolgono a porte chiuse. Il protocollo è stato presentato ma non c’è stato dibattito né è stato divulgato il testo integrale del protocollo. L’obiettivo è che sia approvato a scatola chiusa domani dalla giunta comunale.

Il protocollo, presentato come una formalità ormai solo da approvare, sembra la luccicante carta regalo, fiocco compreso, del pacco offerto all’opinione pubblica attraverso la stampa, all’interno del quale la sostanza resta la svendita di un bene comune.
Entrano altri soggetti in gioco ma il potere di decidere, al di là di suggerimenti e consigli su cui tutti si spenderanno, resta in mano agli acquirenti. “Valorizzazione del bene” per gli assessori Passoni e Parigi resta sinonimo di monetizzazione, nessuno è escluso a priori dal processo purché paghi la sua “fetta”.
In sostanza nessuna delle richieste sino ad ora avanzate dalla cittadinanza (no alla vendita, destinazione e fruizione pubblica, unitarietà dell’insieme e progettualità partecipata), con il supporto di oltre 10.000 firme della popolazione torinese, viene accolta dalle istituzioni, neanche negli intenti. 
− Non c’è alcun passo indietro rispetto allo smembramento e alla vendita del bene
− non è garantita una progettazione e un trattamento unitario delle trasformazioni del complesso
− il coinvolgimento di una pluralità di soggetti anche pubblici sembra strumentale a nascondere che la progettazione non coinvolgerà direttamente i cittadini nè, aspetto inquietante, non passerà neanche attraverso il Consiglio comunale, palesando come le decisioni rispetto ad una questione così delicata e strategica vengano a formarsi fuori dai luoghi che dovrebbero garantire la democrazia. 
In ogni caso, come recita l’art 5: il protocollo stesso non è vincolante per gli acquirenti. 
Per cui, al di là delle belle parole e delle indiscrezioni dei media su interventi salvifici di folcloristici imprenditori, il destino della cavallerizza resta senza garanzie. 
L’unica certezza rimane la vendita che rischia di assomigliare alla spartizione di una golosa torta speculativa."

Per maggiori informazioni: https://cavallerizzareale.wordpress.com/contatto/  - https://www.facebook.com/pages/Assemblea-Cavallerizza-1445/696775003675449?fref=ts

Per sapere cosa si diceva attorno alla cavallerizza giusto qualche settimana fa leggi lo SPECIALE "DALLE STALLE ALL'OSTELLO" di Paolo Tessarin e Chiara Vesce: http://sistematorino.blogspot.it/2015/02/dalle-stalle-allostello-aristotele-la.html

E tutti gli articoli sull'argomento: http://sistematorino.blogspot.it/search/label/Cavallerizza

Nessun commento:

Posta un commento

Il commento ai post del blog di Sistema Torino è libero e non richiede registrazione. E' comunque gradita la firma. Commenti ritenuti inopportuni oppure offensivi verranno rimossi dagli amministratori