domenica 5 marzo 2017

ASSEMBLEA DEL 4 MARZO: UN COMUNICATO CHE COMUNICA MALE

Sabato 4 marzo alle 19 circa si è conclusa l'assemblea cittadina sul bilancio 2017 del Comune organizzata su iniziativa di Assemblea21, il coordinamento di comitati critico con la nuova Amministrazione comunale, alla quale ha aderito il Gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle di Palazzo Civico.  Alle 19,30 il solerte Ufficio Stampa del Gruppo Consiliare medesimo pubblicava già, sulla pagina Facebook del Movimento 5 Stelle di Torino, il resoconto dell'incontro. 

Sarà stata per la fretta di informare i cittadini  o sarà stato per qualche altro motivo (su cui è facile fare illazioni), ma il comunicato contiene una serie di vistose mancanze o inesattezze rispetto a quanto successo nel pomeriggio nel corso dell'assemblea e nei giorni precendenti durante la sua preparazione, della quale abbiamo dato nota anche noi pubblicando i comunicati e i materiali relativi.

Il testo dell'Ufficio stampa consiliare pentastellato si apre presentando l'assemblea medesima come l'incontro del Gruppo Consiliare M5S stesso con associazioni e cittadini, mentre  è noto che si è trattato invece di una iniziativa promossa dal coordinamento Assemblea21 e proposta ai consiglieri 5 Stelle già lunedì 13 febbraio direttamente fuori dal Consiglio Comunale, con l'invio anche di un comunicato ufficiale il giorno seguente tramite posta elettronica: e non solo ai consiglieri medesimi, ma anche (e soprattutto) a Sindaca e  Giunta Comunale viste le assenze all'assemblea precedente del 21 gennaio.

La gestione dell'assemblea di sabato scorso era stata inoltre concordata nei giorni precedenti da una delegazione del Gruppo consiliare M5S e una di Assemblea21, con l'obiettivo di pervenire a una formula di svolgimento che garantisse spazio sia per le domande dei comitati, 20 e fornite in anticipo ai consiglieri, sia per gli interventi autonomi dei consiglieri stessi, concordando anche di conseguenza una moderazione degli interventi congiunta svolta da un rappresentante per ognuna delle due parti.

Nel proseguimento del testo pubblicato dall'Ufficio stampa in fretta e furia, Assemblea21 non viene poi mai citata, nonostante parecchi suoi componenti fossero ovviamente presenti e in modo attivo, sia proponendo le domande a cui i consiglieri poi rispondevano sia esprimendo pareri nel corso della discussione.

Il comunicato riporta inoltre che "La convocazione dell'assemblea risponde alla politica e ai principi di trasparenza che la nuova giunta vuole garantire con un percorso partecipativo condiviso con i cittadini.", affermazione la quale contrasta sia con le effettive modalità della convocazione, non ascrivibile ai soli 5 Stelle, sia con le adesioni conseguenti, avendo la Giunta stessa e il Sindaco rifiutato, non presentandosi, l'invito rivolto da Assemblea21.

Il resto della nota sintetizza alcune delle risposte fornite da consiglieri ad alcune delle 20 domande formulate da Assemblea21, anche queste mai citate come tali e non riporta nemmeno l'esistenza, nel corso delle oltre tre ore, di altri interventi oltre a quelli dei consiglieri stessi.
 .
Al di là degli esiti politici che l'incontro ha, oppure non ha, avuto, per i quali la competenza della valutazione è degli organizzatori, il racconto fatto dall'Ufficio stampa del Gruppo Consiliare 5 Stelle, quindi condiviso dai consiglieri stessi, per la sua parzialità e per le omissioni che contiene è profondamente in contraddizione con il percorso di partecipazione e trasparenza che il Movimento 5 Stelle, la sua Giunta, la sua Sindaca richiamano con frequenza e praticano con estrema parsimonia.

1 commento:

  1. Del tutto evidente è l'intendimento di questa Giunta di fare pura propaganda, ignorando in modo indecente i cittadini, della cui partecipazione si riempie la bocca e riempie i comunicati stampa.
    Siamo di fronte ad una mistificazione inaccettabile, soprattutto perché le critiche molto documentate e consistenti provengono da una parte di elettorato che ha dato fiducia al M5S in campagna elettorale per essere poi trattata a pesci in faccia.
    Una vergogna della quale questi signori saranno presto costretti e pentirsi amaramente.
    Giuseppe Rappini

    RispondiElimina

Il commento ai post del blog di Sistema Torino è libero e non richiede registrazione. E' comunque gradita la firma. Commenti ritenuti inopportuni oppure offensivi verranno rimossi dagli amministratori