giovedì 9 marzo 2017

Uniti contro il "Sistema Torino" - Assemblea21 rilancia le proprie istanze dopo l'assemblea del 4 marzo.

Assemblea21 ci invita a condividere il comunicato redatto a seguito dell'assemblea cittadina di sabato 4 marzo scorso sul tema del Bilancio di previsione 2017 del Comune di Torino, comunicato che porta il titolo Uniti contro il "Sistema Torino"(quello che esiste, non quello che non esiste che saremmo noi...). Nel documento, il raggruppamento costituitosi su iniziativa di vari comitati cittadini si dichiara "preoccupato" per le "risposte" ottenute  nell'occasione dal Gruppo Consiliare del Movimento 5 Stelle  e non ottenute dalla Sindaca e dalla Giunta Comunale, non intervenuti.  Di seguito  il testo.





Uniti contro il “Sistema Torino”

Assemblea21 nasce dall'esigenza di confronto tra cittadine e cittadini attivi sul territorio torinese, comitati, associazioni ambientaliste e sindacati di base, desiderosi di contribuire alla risoluzione delle problematiche del governo della città nell'interesse del patrimonio e del benessere pubblico. Il nodo comune a tutte le realtà e vertenze che si incontrano in Assemblea21 è stato individuato nel Vincolo del Pareggio di Bilancio, argomento capestro con cui vengono respinte le istanze di ciascuno, indipendentemente dal colore del governo momentaneo della città.

Per avviare un confronto costruttivo abbiamo organizzato un primo momento pubblico, rivolto a cittadine, cittadini ed amministratori pubblici, tenutosi il 21 gennaio 2017 alla presenza di una platea numerosa oltre le nostre aspettative e di Vicesindaco, Assessori, Consigliere e Consiglieri Comunali di maggioranza ed opposizione.

Da quel primo appuntamento è nata la seconda iniziativa pubblica, nelle intenzioni più pratica ed operativa, lanciata da Assemblea21 ed accolta dal Gruppo Consigliare M5S, con cui è stato coordinato il momento assembleare tenutosi lo scorso 4 marzo.

In merito a questo appuntamento, esprimiamo preoccupazione per il mancato coinvolgimento del governo cittadino e insoddisfazione per la reale considerazione delle questioni avanzate. Rileviamo come non sia stata fornita risposta concreta, o quantomeno coerente con le proposte elettorali, a nessuna delle domande formulate ed inviate previamente al M5S per facilitare il
confronto, tra le quali in particolare questioni come:

- Acqua Pubblica
- Cassa Depositi e Prestiti
- Politiche di Riduzione Rifiuti
- Emergenza Abitativa
- Oneri di Urbanizzazione,
- Disoccupazione e Precarietà
- Azione congiunta dei Comuni 5 Stelle per contestare il vincolo del Pareggio di Bilancio.

Non troviamo traccia di risposta concreta neppure nel comunicato emesso dall'Ufficio Stampa del Gruppo Consigliare M5S nella serata del 4 Marzo, che si conclude con la considerazione: “...l'amministrazione si rende disponibile e trasparente per spiegare e condividere i propri programmi e le proprie azioni...”

Quello che l'attuale Giunta sembra proporci è una relazione unidirezionale, in cui l'Amministrazione comunica decisioni già prese ed immodificabili, ancora e sempre in nome dei Vincoli di Bilancio, “confondendo” questo atto informativo con la partecipazione.
Assemblea21 intende la partecipazione come un dialogo, un confronto anche serrato ma sempre costruttivo, che persegua lo scopo di trovare assieme una definizione, una soluzione, una strategia, in una relazione bi-direzionale dove entrambe le parti esprimono ed accolgono.

La Sindaca, a mezzo stampa, ha ricordato la disponibilità ad incontrare i singoli cittadini: è necessario sottolineare e ribadire che lo scopo di Assemblea 21 non è quello di trovare soluzioni e/o cooptazioni per singole o particolari necessità, ma di costruire un percorso aggregativo e comune, nel quale risiede il vero valore politico del dibattito e del confronto pubblico.

Per questo valutiamo come inadeguata la proposta di affrontare le varie questioni attraverso dei tavoli tecnici agevolati da un presunto mediatore. Il mediatore degli interessi pubblici è il rappresentante politico ed ogni questione deve essere riportata, in un dibattito pubblico, all'interesse comune e collettivo, non circoscritto ad unacontrattazione tra le parti.

Per questo Assemblea 21 fa appello a tutte le persone e realtà per le quali i diritti vengono prima del Pareggio di Bilancio, a contribuire nelle prossime settimane all'allargamento della mobilitazione, per appoggiare e indurre l'Amministrazione Comunale a liberarsi dalla sudditanza ai dettami del Sistema Torino.


Assemblea21



Twitter: @assemblea21

Nessun commento:

Posta un commento

Il commento ai post del blog di Sistema Torino è libero e non richiede registrazione. E' comunque gradita la firma. Commenti ritenuti inopportuni oppure offensivi verranno rimossi dagli amministratori